Browsing "A volte capita"

Letargo

letargo

Succede ogni anno: il rientro dalle ferie estive per me corrisponde all’inizio del mio letargo psichico e fisico.

Partendo dal principio che, come si diceva qualche tempo fa in giro per il web, per me l’anno inizia a Settembre, post vacanza, e finisce a giugno, con due mesi di Limbo (luglio e agosto), l’inizio dell’anno dovrebbe essere un periodo pieno di attività, di buoni propositi e di “freschezza”. Beh, per me non è così..

Il rientro dalle vacanze per me è l’inizio del mio periodo di letargo.
A differenza di quelli canonici, ufficiali, insomma quelli decretati dalla natura per gli animali, il mio non corrisponde al periodo più freddo, ne tantomeno ad un periodo di digiuno (non sia mai!!!!), ma semplicemente ad un periodo in cui tutta la mia attività mentale e fisica si “spegne”.

Così accade che, dopo aver accompagnato le pupaz a nanna, mi accoccolo nel mio lettuccio, giracchio un po’ sul web e poi, magicamente, mi assopisco, come sotto l’effetto di anestetico, alla “tenera” ora delle 21.30/22!!! (Quasi mi vergogno a scriverlo).

La durata del periodo è variabile, ma quando termina ho una sorta di esplosione mentale: parto con elencare tutto cio’ che vorrei fare e inizio dodici attività contemporanee, senza più badare al tempo e dando libero sfogo a tutte le nuove idee che mi frullano nel cervello.

Ecco, oggi, spero, il mio letargo è finito!

Un incontro .. di corsa!

twitter-pc

Quando l’ho vista per la prima volta al mammacheblog qualche mese fa, non avevo la minima idea del personaggio nel quale mi ero imbattuta!

Io ero e sono una “mamma blogger” alla prima esperienza e quello era il primo evento al quale avevo deciso di partecipare, spinta dalla mia sempre attivissima socia vulcanica Paola altrimenti detta “la balena pancia piena“.

Così, tra duecento e passa mamme, ma prima di tutto donne incredibili e piene di vita e idee, mi è capitato di incontratre lei: quattro parole scambiate nelle “pause” tra i vari interventi, due risate e, infine, l’immancabile “follow” su twitter (che proprio da quel giorno è diventata la mia droga primaria!).

Eccoci così a discutere e chiacchierare, a twittare del più e del meno, io leggo i suoi traguardi di corridore e lei, forse, le mie bagianate! 🙂
Ma un giorno, durante la mia permanenza in campeggio, vengo solleticata da un tweet con una foto alquanto “particolare” e mi lancio alla scoperta del suo blog.

Così scopro che “corri mamma corri” non è una scelta per descrivere la trafelata vita di una mamma-lavoratrice-blogger-fantasista, ma è un incitamento a se stessa con l’obiettivo di correre la mezza maratona! Quante cose si imparano leggendo: l’ho sempre detto!!! 🙂

Ma questa scoppiettante donna non è solo una “mamma che corre”, ma è una donna con una fantasia da far invidia ai fratelli Grimm, come dimostrano i piatti che prepara per far digerire alla figlia i sapori più odiati dai bambini!!! Con una passione per la pasta e le colazioni dei campioni e con ben 822 Follower su twitter!!!

Cos’altro dire? Un blog da seguire di corsa!!!! 🙂

E’ arrivato Babbo Natale

images8

Ma siamo solo a Luglio?!?! Già ma il Natale quando arriva… arriva!!!!

Dopo 10 lunghi anni di refrigerio la settimana scorsa il frigorifero di casa ha deciso di avere degli crisi di personalità…. del tipo “io frigor mi sento molto congelatore”.  E così magicamente sulla parete interna si è formato un iceberg.

In verità era già successo 2 anni fà ma con un semplice stacco e riattacco dalla corrente siamo riusciti a evitare il peggio… Questa volta non è bastato.

Ma non ci siamo arresi subito: abbiamo chiamato il tecnico che dopo 4 giorni è arrivato a casa. Subito ci ha fatto notare un errore nel nostro comportamento: “non dovevate spegnerlo così faccio fatica a capire che problema ha” dice il il simpatico omino!
Comunque il suo più onesto consiglio è stato quello di riaccenderlo e vedere come si comportava, avrebbe potuto funzionare magari ancora per un pò, un mese, sei mesi, magari un anno!

Detto fatto… subito riattacata la spina e iniziata l’attesa per capire i suoi capricci… Niente da fare la mattina dopo appena sveglio sono andato a controllare… e purtroppo ci ho trovato la chiglia del Titanic :-(.

Era proprio quello che volevamo: farci un bel regalo prima di andare in vacanza… Come succede a Natale, ci si fa i regali e poi si parte per le vacanze…

Ovviamente con la Lore l’acquisto di certe cose non è così semplice come ci si aspetta…
Di solito si entra in un negozio e si cerca la soluzione migliore e il gioco è fatto!

Invece la giusta sequenza è stata questa: dapprima si quarda in rete se ci sono delle buone offerte, poi ci si reca nel centro commerciale più vicino (solo a guardare ovviamente) e lì la Lore ti dice “torniamo a casa e guardiamo in rete se troviamo delle altre offerte”, poi si raggiunge un covolo di centri commerciali un pò più lontani da dove la Lore ti dice “andiamo a vedere se in rete troviamo qualche altra offerta”… Mmmmm…

Alla fine prendo in mano la situazione e mentre la Lore è in ufficio, quindi non può arrestare le mie intenzioni, mi reco nel primo centro commerciale e chiudo questa emergenza…
Chiamo babbo natale e mi conferma che sabato mi porterà il nuovo frigorifero

Il risveglio

RestiDelCasco

Doveva essere l’anno delle gite e del blog.

Avevo tutto in testa: preparazione della maratona, giro dei  4 passi tutto asfalto e piege, l’Islanda, il nostro decimo anniversario e perchè no la prima serata live..

Invece  il 26 aprile grazie ad un simpatico automobilista i miei progetti  si sono frantumati perterra sull’ asfalto.

Ecco le conseguenze di questa (dis)avventura: lesione del legamento crociato del ginocchio sinistro e del plesso brachiale sinistro.
Che tradotto per noi esseri umani vuol dire che sono zoppo e con un braccio appeso al collo che non risponde ai comandi.

Ci ho messo quasi due mesi a digerirla ma alla fine mi è andata piuttosto bene e non posso far altro che ringraziare e passare al prossimo capitolo!
Quindi mi sono dato altri obiettivi, molto diversi da quelli iniziali ma indubbiamente importanti. Di questi di volta in volta racconterò i progressi..

Cos’altro dire? Ci stiamo svegliando..

Fuggire dal Demone…

zen1

Com’è possibile?

Quando ti alzi sembra una giornata qualsiasi e invece, nel giro di poche ore, si trasforma in una giornata da girone infernale!

Eppure Pasqua: periodo di gioia..

Ma QUALCUNO pare non accorgersi.

Uno dei miei siti preferiti è Mamma Imperfetta e ieri mi sono imbattuta in questo articolo che rispecchiava molto bene il mio umore.

La differenza è nell’età del “Demone“!

La mia ha ben 8 anni. Siamo nella fase “non va bene nulla”, “non mi ascolti”, “allora io..”, “è colpa tua..”..
Insomma tutte quelle belle frasine che ti fanno dire “Echepalle, figlio mio!”
E a tutto questo va aggiunta la lotta giornaliera per i compiti delle vacanze: praticamente una battaglia senza speranza di vittoria.

In giorni come questi vorrei avere un jet privato: non per smania di lusso, ma per poter volare via, nel posto più silenzioso del pianeta, da sola.
Mi metterei sotto una cascata e rispolvererei quel poco di yoga che mi ricordo dalle lezioni di sei o sette anni fa..

Perchè le tecniche di rilassamento yoga, in questi giorni, funzionano solo se sei a 10000 Km di distanza dal Demone! Altrimenti sono solo palliativi: durano due o tre minuti.. e poi il caos e la follia prendono di nuovo il sopravvento.

Ma i miei genitori non si chiamano “Onassis”, ne’ “Berlusconi” e nemmeno Agnelli..

Quindi mi tocca rimanere qui e affrontare questa giornata con tanta tanta tanta pazienza, tutta quella che ho a disposizione (anche se spesso devo attingere alla riserva secondaria..).

E se riesco a non trasformarmi in DRAGO.. la giornata si concluderà con un sorriso e un sospiro di sollievo.

Altrimenti.. per cena: Bambina Arrosto!!!

Pages:«123
HTML Snippets Powered By : XYZScripts.com