Popolo di Arendelle, Elsa ha abdicato!

ElsaAbdica

Sabato pomeriggio, il sole splende, le pupaz giocano indisturbate con bambole, carte e travestimenti.

Nessuno osa pensare che questa giornata sta per trasformarsi in un brutto momento per la storia di Arendelle.

Eppure a volte succede che le giornate apparentemente più tranquille diano luogo a drammi epocali.

Così, quando l’intera famiglia decide di andare a fare un giro ecco che accade.

Lei è li, sul divano, seduta con la grazia che la contraddistingue. Non è mai stata li, da sola, da quando a Gennaio è entrata a far parte di questa famiglia. Si guarda attorno e con curiosità scopre cose che non aveva mai notato: uno schermo grande e tutto nero, che di solito vede dietro le spalle di Nocciolina, animato di colori e suoni; una scala che, ora, le sembra ancora più imponente; il tavolo sul quale spesso si trova adagiata, oggi sgombro e lucido; e delle figure che si muovono… si aggirano per casa… lente, curiose, attirate da qualcosa…

Le strane figure sono quattro, ma una è ferma, in un angolo che pisola amabilmente. Le altre tre, piuttosto diverse tra loro, perlustrano la zona: la mora gira, controlla e cerca. La bionda osserva, ben sapendo quello che sta per accadere. La più piccola delle tre figure, quella di più colori, con le orecchie come deltaplani, si muove freneticamente alla ricerca di non si sa cosa.

Finché accade: la piccola la vede: lei, in tutto il suo splendore, con il vestito azzurro che attira lo sguardo, inerme, seduta sul divano con la grazia che la contraddistingue. La piccola non può resistere: è così bella! Potrebbe anche essere buona. Elsa si sente bagnare dal naso umido di Reika e solleticare dal suo pelo. E in un attimo diventano una cosa sola: Elsa e la bocca di Reika. Un motivo c’era che aveva spinto Mammuzza a non mostrare MAI ad Elsa quel piacevole (fino ad ora) punto di vista. Popolo di Arendelle: Elsa ha abdicato. Di lei rimane il ricordo di una regina dai poteri meravigliosamente sconvolgenti e dalla voce incantevole. La sua corona è li, illesa, come a monito, come in attesa del successore al trono. Dio salvi la regina! (appena ne trova una nuova!)

Got anything to say? Go ahead and leave a comment!

HTML Snippets Powered By : XYZScripts.com