Tagged with "figli Archives - Una Fantastica Vita Normale"

Di orecchini e di crescite (quasi) inaspettate

orecchino

Questo periodo dell’anno è caratterizzato da una miriade di impegni che travolgono tranquille e pacate famiglie in un turbine di eventi: feste di fine anno, pizzate, saggi, colloqui e preparazione all’estate.

In questo tornado di appuntamenti, per la nostra famiglia, quest’anno è caratterizzato dalla fine di un’epoca: la remigina Nocciolina sta per abbandonare la scuola materna!

Ebbene si: la piccola di casa è cresciuta e si prepara alla scuola! Mamma emozionata e intenerita!!!!

Ma se credete che accettato questo per noi sia finita vi sbagliate di grosso! Bimbafashion, alias Nocciolina, alias “mammaguardachesonogrande”, ha regalato altre due perle, o meglio schiaffi, al nostro orgoglio di genitori di “bimba piccola”.

Prima perla: dopo aver inutilmente insistito per mesi e dopo essere stata “sedata” con la scusa del saggio di danza, Bimbafashion ha categoricamente deciso che era finito il tempo dei capelli lunghi e ha insistito finché la mannaia del parrucchiere non si è abbattuita sulla sua lunga chioma (sig sig…)

Secondo colpo: con uno strategico elenco di “pro” (e di “contro” occultati) ha convinto la sottoscritta ad anticipare di qualche mese l’applicazione degli orecchini (“mamma poi inizia la scuola, meglio adesso così mi curi meglio…”).

Ora sottopongo a voi questa domanda: mi sto rimbambendo io o lei è decisamente decisamente decisamente TROPPO avanti???? 😮

 

La maledizione del compito perduto

compiti

 

Chiunque abbia un figlio di età compresa tra 8 e 2657 anni, sa di che cosa parlo…

Una volta entrati nel turbine dei compiti non c’è via d’uscita: vieni risucchiato e addio! E’ stato bello conoscerti…

E io sono ancora abbastanza giovane per sapere che questa sensazione di smarrimento non finirà mai… perché sia come figlio che come genitore l’incubo compiti ti perseguita senza tregua.

Ecco quindi che tutte le sere si ripete lo stesso rito: “ecco i compiti per domani” “ok, inizia a farli” “io non li so fare da sola… e non si fanno così la maestra dice che vanno fatti in un altro modo… cavoli io odio la matematica/storia/grammatica (a discrezione del soggetto e del momento contingente)… uffa quanti compiti… io sono stanca… ho mal di testa… ma domani non ho la verifica…”

E mentre la mamma disperata fa appello a tutta la forza innata (essendo cavaliere Jedi da quando ha partorito) per evitare di strozzare il figliolo frignante, i compiti arrivano inesorabilmente al compimento e la serata volge al termine.

Ma di tanto in tanto capita che, proprio quando il cavaliere Jedi crede che la sua missione sia volta al termine e sta per riporre la spada laser nella cintura, un ultimo efferato compito, dimenticato nel diario o addirittura lasciato alla memoria dello sbadato pupillo, sbuca da sotto il letto e urla vendetta!

E la solfa ricomincia… “io non li so fare da sola… e non si fanno così la maestra dice che vanno fatti in un altro modo… cavoli io odio la matematica/storia/grammatica… uffa quanti compiti… io sono stanca… ho mal di testa… ma domani non ho la verifica…”

Cara mamma/Jedi, che la forza sia con te!

Sep 16, 2013 - Piccole Storie    No Comments

Amore e ponfi..

ponfi

Da quando mi sono presa la pausa sabbatica in ospedale, il mio corpo ha deciso di ribellarsi.

Niente di trascendentale visto che la ribellione riguarda principalmente il rapporto con le “amiche” zanzare. Certo, se non abitassi in pianura padana, patria delle risaie e instancabile fucina d’insetti, la rivolta sarebbe meno fastidiosa!

Così le fastidiose punture, in men che non si dica, si trasformano in bubboni spaventosamente grandi, rossi e duri! Insomma: ieri sera sembrava mi fosse spuntato un gomito nel mezzo dell’avambraccio!

Anche le pupaz non si sono lasciate sfuggire la novità: Scricciolo ha deciso di farmi da infermiera e Nocciolina mi riempie di domande e mi scruta per vedere la crescita e decrescita di “questi strani cosi” (come dice lei!)

Ma ieri sera Nocciolina ha snocciolato (e scusate il gioco di parole) una delle sue perle..

Nocciolina: “Mammina, sono triste: perché succede tutto a te?”
Io: “amore, cosa succede? cos’è che capita alla mamma?”
Nocciolina: “eh mamma, guarda che ponfi brutti che hai.. sono triste!”
Io: “amore della mamma stai tranquilla, sono solo punture di zanzara, domani saranno passati (spero!)”
Nocciolina: “Va bene mammina, io non sono più triste allora. Ma domani tu copri quel coso perché è proprio brutto!”

Amore di figlia! <3

Parliamone Insieme

LVDC_post

Qualche tempo fa ho raccontato di quando ho incontrato Ilaria Maggi al MammacheBlog dello scorso anno.

A volte si parla di caso, di fatalità o più misticamente di sincronicità.. non so bene cosa sia stato ma lei era li e io ero li perché dovevamo incontrarci; e gli eventi, il tempo e le chiacchierate via chat e WhatsApp ci hanno lentamente avvicinate.

Oggi sono orgogliosamente socia de La Via dei Colori e orgogliosamente AMICA A DISTANZA di Ilaria (Ilaria.. lasciami vantare e gongolare un po’ 🙂 ).

E come socia e AMICA, voglio raccontarvi di un’iniziativa bellissima che è stata pensata e pubblicata sul nuovo Blog di La Via dei Colori: Parliamone Insieme.

L’obiettivo è quello di creare delle vignette che aiutino il dialogo genitori/figli su argomenti difficili ma importantissimi: La Via dei Colori chiede a tutti i genitori di inviare idee e commenti per produrre materiale da utilizzare (a livello ovviamente non professionale) con i propri figli per iniziare a dialogare di temi che a volte ci possono sembrare ostici.

La domanda fondamentale è: come fanno i bambini a sapere che possono chiedere aiuto e parlare con i genitori di un argomento che per i genitori stessi è tabù? 

Quindi vi invito a leggere il regolamento dell’iniziativa, a visitare il primo post e a lasciare fiumi di commenti e idee sull’argomento della settimana!

Troviamo insieme un modo per dimostrare ai nostri figli che con noi si può parlare di tutto e che, qualsiasi cosa accada “mamma e papà possono aiutarti: parla con loro”.

Io partecipo a Parliamone Insieme!!! 🙂

Il ruolo dei nonni

blogThinker

Secondo mese dell’iniziativa di Donna Moderna Bambino.

Il BlogTank di questo mese mi è particolarmente caro perchè domanda quale sia il ruolo dei nonni nella routine quotidiana delle famiglie italiane, in particolare quelle con figli.

Se dovessi descrivere brevemente il ruolo dei nonni di casa “unafantasticavitanormale” userei solo tre termini: presenti, adorati e indispensabili.

Per rendere bene l’idea della presenza di mia mamma nella mio quotidiano di donna e mamma, credo sia sufficiente confessare che ho “programmato” la nascita di Scricciolo in concomitanza con la pensione della futura nonna! 🙂
Ricordo molto bene il giorno che mi chiamò e mi disse “gioia, ho firmato la richiesta di pensione, da Aprile 2004 sarò libera: vorrei un nipote da accudire!”.
E così è stato: Scricciolo è nata a Marzo 2004, nel pieno del trasloco di mia mamma che, per l’occasione, si è anche avvicinata a casa mia!

Da allora la presenza dei nonni nella nostra vita è stata essenziale e continua: ci aiutano nella gestione giornaliera dei pomeriggi senza scuola, ci supportano nelle visite e nelle esigenze delle pupaz e nostre, ci fanno da baby sitter quando l’esigenza di una “pausa” si fa improrogabile e.. oltre tutto, ci fanno da colonia estiva portando le pupaz al mare!

Sono i confessori delle pupaz, la loro spalla su cui piangere quando litigano con mammozza e papuzzo, il loro sostegno quando cercano qualcuno di meno “duro” a cui confessare un piccolo misfatto. Insomma sono i loro angeli custodi.

I nostri nonni poi sono volontari del comune dove viviamo e noi siamo estremamente orgogliosi dell’impegno sociale che mettono in questa iniziativa.

E tutto questo con una dolcezza e un’attenzione, un continuo supporto e pazienza che solo i nonni hanno come “bagaglio culturale”.

Inutile dire che il rapporto non si limita a “peace & love” ma spesso si arricchisce di schermaglie e liti anche furiose.

Ma alla fine, lo so benissimo, nessuno nella mia famiglia potrebbe fare a meno dei NONNI.

HTML Snippets Powered By : XYZScripts.com