Tagged with "pupaz Archives - Una Fantastica Vita Normale"

Un compleanno da favola

compleannoFavola

 

E’ innegabile che questi ultimi due anni e mezzo siano stati almeno “significanti” e che la nostra vita sia stata toccata in modo pesante dagli eventi che si sono succeduti.

Sentivamo il bisogno di chiudere il ciclo per spalancare un nuovo fantastico portone, e abbiamo fatto la pazzia!

Così dal giorno della prenotazione, l’11 Marzo,è iniziato il conto alla rovescia: -123… -110… -103… -98… -85… -72… -60… -51… – 39 (e sale l’ansiaaaa) – 28… -14… -9 (ci siamo quasi…) – 1… SI  PARTEEEEEEE!

Finalmente il 13 Luglio è arrivato e siamo partiti per Disneyland Paris!!!

iSogni

Il sogno di una vita (la mia) un ricordo indelebile (per me sicuro e spero anche per le pupaz) il PUNTO ad un brutto periodo (per tutti) un nuovo FAVOLOSO INIZIO per la nostra family!

Ovviamente è SOLO UN CASO che il mio compleanno cadesse proprio nei giorni della nostra super vacanza! 😀

Siamo partiti dicendo alle Pupaz che si andava al mare a Parigi (per fortuna nessuna delle due si è preoccupata di controllarne l’esistenza!) e anche se in aereo abbiamo rischiato che una vicina troppo brava in geografia rovinasse la sorpresa, siamo riusciti a vedere l’espressione di meraviglia e gioia incontenibile, i saltelli, le risatine, le parole sconclusionate e i mille “ma… ma… ma…” scaturire dal magico duo ignaro di ciò che avevamo architettato!

E’ stato un momento emozionante e per sempre rimarrà impressa nella mia testa e nel mio cuore l’espressione delle mie Pupaz ala vista dell’entrata del parco.

Abbiamo passato 6 giorni stupendi e indimenticabili, a rincorrere i personaggi e a impazzire sulle attrazioni. Questo è stato indubbiamente il compleanno più da FAVOLA della mia vita. Quindi TANTI AUGURI A ME e la GIOIA a NOI!!!! 😀 😀 😀

seguiamo

PS: seguirà racconto dell’esperienza e magari qualche pratico consiglio per chi vuole fare un tutto in un mondo magico!

Au Revoir!

LoreMinnie

Decisamente non in grado..

operazione

 

Ci sono giorni che davvero non capisco come si faccia a decidere di diventare genitori senza pensare quanto dolore potrebbe provocare questa scelta.

Sono quei giorni in cui sei in attesa, sospesa su un filo, in attesa che qualcuno ti dica che tutto è andato bene.

Sono quei giorni in cui affidi tua figlia alle mani di “chirurghi esperti” e speri che siano davvero esperti e che non bevano un succo di frutta mentre la stanno operando, che non dimentichino nulla in giro e che tutte queste cose che si sentono nei telegiornali, visto che sono già capitate, non capitino più!

Sono quei giorni in cui un’operazione veloce, ordinaria e di routine ti sembra infinita e complicatissima.

In quei giorni mi rendo conto che non sono in grado, decisamente non sono in grado: non sono in grado di fare la mamma coraggiosa, di sostenere lo sguardo lacrimante della mia bimba che mi implora di portarla a casa, di far finta che tutto vada bene e che il fatto di vederla cedere sotto effetto dell’anestesia non mi preoccupi e non mi lasci con il fiato in sospeso..

Decisamente non sono in grado, non sono assolutamente in grado di reggere il dolore delle mie pupaz..

Oct 11, 2013 - HomeSweetHome    No Comments

Aiuto! E’ scoppiata una bomba!

bomba

Quando ci siamo trasferiti nella casa nuova abbiamo pensato, nonostante avessimo due camerette, di mettere a dormire le Pupaz nella stessa stanza.

Questa è la cameretta delle Pupaz: letto a ponte, armadi colorati (rigorosamente ikea!) verdi sotto e azzurri sopra che riprendono il disegno della giungla e gli animali delle pareti.

Come? Non si vede nulla??? Ma come??? Dietro alle montagnette di vestiti, estivi e invernali… Non si vede????
Beh insomma, abbiamo avuto qualche problemuccio… Ci è esplosa una bomba in cameretta! Di solito è sempre così (ehm) ordinata!

Ogni volta che facciamo il cambio di stagione succede!

Ho la vaga impressione che qualcuno si diverta a infilare nelle scatole, prima che io le archivi per la stagione successiva, dell’esplosivo che si innesca appena le apro!

Ma questa volta starò bene attenta: una volta finito (Dio sa solo quando!) questo giro di Cambio Vestiti (ARGH!) mi chiuderò da sola nella stanza e sigillerò ad una ad una le scatole da archiviare!

Sperando che nessun folletto rimanga intrappolato dentro con una bomba innescata! 😀

Sep 16, 2013 - Piccole Storie    No Comments

Amore e ponfi..

ponfi

Da quando mi sono presa la pausa sabbatica in ospedale, il mio corpo ha deciso di ribellarsi.

Niente di trascendentale visto che la ribellione riguarda principalmente il rapporto con le “amiche” zanzare. Certo, se non abitassi in pianura padana, patria delle risaie e instancabile fucina d’insetti, la rivolta sarebbe meno fastidiosa!

Così le fastidiose punture, in men che non si dica, si trasformano in bubboni spaventosamente grandi, rossi e duri! Insomma: ieri sera sembrava mi fosse spuntato un gomito nel mezzo dell’avambraccio!

Anche le pupaz non si sono lasciate sfuggire la novità: Scricciolo ha deciso di farmi da infermiera e Nocciolina mi riempie di domande e mi scruta per vedere la crescita e decrescita di “questi strani cosi” (come dice lei!)

Ma ieri sera Nocciolina ha snocciolato (e scusate il gioco di parole) una delle sue perle..

Nocciolina: “Mammina, sono triste: perché succede tutto a te?”
Io: “amore, cosa succede? cos’è che capita alla mamma?”
Nocciolina: “eh mamma, guarda che ponfi brutti che hai.. sono triste!”
Io: “amore della mamma stai tranquilla, sono solo punture di zanzara, domani saranno passati (spero!)”
Nocciolina: “Va bene mammina, io non sono più triste allora. Ma domani tu copri quel coso perché è proprio brutto!”

Amore di figlia! <3

HTML Snippets Powered By : XYZScripts.com